Alla fine di un rapporto intimo ci si riveste subito o è meglio aspettare un po’ prima? Questa è una domanda che in molti si pongono. Le risposte sono diverse e dipendono essenzialmente dal tipo di intimità che si condivide con la persona con la quale si ha avuto il rapporto.

Generalizzando si può dire che rivestirsi immediatamente dopo la fine del rapporto può significare una certa insicurezza, quindi volersi ricoprire subito, oppure scarso interesse nei confronti del partner: è tutto finito quindi ci si riveste e, caso mai, si va pure via. Se invece si ha un rapporto più disinvolto o di interesse verso il partner, quand’anche fosse occasionale, si tende a restare nudi sotto le coperte o lenzuola o dovunque ci si trovi.

Ma cosa è più giusto? Ovviamente se si tiene a dimostrare un minimo di interesse verso la persona che si ha accanto è preferibile dimenticare di avere degli abiti e godersi coccole e piacevoli seduzioni post rapporto, cosa che potrebbe poi portare a un nuovo infiammato incontro.

Una volta che le profusioni si sono concluse ci si può rivestire, ma tutto dovrebbe accadere con una certa naturalezza, senza inibizioni o blocchi. Si prende il proprio indumento intimo e lo si indossa, magari non come fosse la conclusione di un atto, ma con qualche sguardo ammiccante e sexy che lascia preludere a un seguito, oppure indossando il proprio intimo con stile senza mai scivolare nella volgarità.

Quale intimo è più pratico? Indubbiamente quello che ti fa sentire totalmente a tuo agio.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata