Spiaggia di tendenza, super organizzata, con bagni e chioschi chic, oppure una distesa di sabbia selvaggia, lambita da acque cristalline e abbracciata dalla natura? Probabilmente sarebbe un’ottima cosa abbinare entrambe le proposte, possibilmente un giorno da una parte e uno dall’altra. E allora perché non fare la stessa cosa con i costumi da mare?

Ogni anno, infatti, si ripropone la solita antipatica dicotomia: short o slip? Come se il mondo potesse essere sempre diviso in categorie, o bianco o nero, e le beneamate 5o sfumature di grigio dove vogliamo lasciarle? Allora, alla luce di questa grande verità: le sfumature esistono, perché non decidere di volta in volta quale costume indossare, magari sfoggiando quello più adatto alla circostanza o semplicemente indossando quello che in quel momento ci fa sentire meglio, più a nostro agio, più sexy?

In molti pensano che lo slip sia decisamente più sexy, così minimal, così aderente alla pelle e alle idee di chi vuole fare piena mostra delle sue caratteristiche. E poi ci sono i detrattori, quelli che lo considerano un capo ormai obsoleto e per certi versi volgare. Inutile schierarsi pro o contro, perché qualsiasi cosa si dica a riguardo, ciò che veramente conta è come ci si sente a indossare o l’uno o l’altro tipo di costume mare.

Se indossando uno slip ci si sente al pari di una divinità greca, o di un bronzo di Riace, why not? O viceversa se ci si sente in imbarazzo, non si è disinvolti, non si ha l’impressione che il proprio corpo sia messo in risalto come si vorrebbe, allora è decisamente il caso di indossare un costume short, o boxer. Alla fine di tutto, le tendenze di questa nuova stagione, come dimostra l’assortimento Intimoboy.com, li contempla entrambi.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata